Connettiti con noi
Erika Albonetti by Emanuele Passarelli

#6Questions

Sei domande a Erika Albonetti

Erika Albonetti è testimonial nazionale per diversi brand commerciali, è alla sua prima pubblicazione su Playboy Italia con le nostre #6Questions

Sei domande a Erika Albonetti

Erika Albonetti è una modella professionista classe 1996, nata a Faenza in Romagna, e finalista nazionale di Miss Italia nel 2014. Erika vanta diverse pubblicazioni editoriali con importanti fotografi internazionali e non quali: Peter Coulson, Hannes Caspar, Micmojo, Jeremy Gibbs, Nicolas Le Forestier, Ruben Suarez, Emanuele Ferrari, Alberto Buzzanca, Marco Onofri, Alessio Albi, Marta Bevacqua, Gabriele Rigon e molti altri. Erika Albonetti è testimonial nazionale per diversi brand commerciali, è alla sua prima pubblicazione su Playboy Italia con le nostre #6Questions.


Descrivici chi è Erika Albonetti

Erika è una ragazza solare che ama ridere, scherzare e parlare, anche troppo. Sono la classica romagnola, sempre pronta a divertirmi e a divertire e cerco di portare questi aspetti del mio carattere anche sul set. Amo il mio lavoro, ci metto il cuore in quello che faccio.

Raccontaci la tua esperienza a Miss Italia 2014

Quella di Miss Italia è stata davvero una bella esperienza! Nelle selezioni regionali ho legato molto con le altre ragazze e si è creato davvero un bel gruppo! Mi sono divertita tanto perché l’ho sempre presa come un gioco, non avevo grandi aspettative ed essere arrivata a vincere la fascia di Miss Romagna per me è stato il massimo! Alle finali di Jesolo invece è stata più dura, ritmi più serrati, meccanismi strani.

Se tu potessi suggerire a un uomo cosa fare per sedurre una donna… cosa gli diresti?

Gli direi di non essere troppo pressante o possessivo, in certi momenti ignorarci un po’ può giocare solo a vostro vantaggio. Tutto ovviamente senza esagerare e soprattutto senza mai mancare di rispetto.

Quale parte del tuo corpo ti piace di più? E quale in un uomo?

È sempre difficile auto valutarsi, mi piacciono le mie gambe perché essendo alta 180 cm sono lunghe! In un uomo invece guardo subito lo sguardo, capisco (o almeno credo di capire) tante cose ancor prima che apra bocca. Poi, uscendo dal romanticismo, guardo l’altezza! Voglio alzare la testa per guardare il mio uomo, non guardare in basso.

Domande piccanti… C’è qualcosa di sessuale o sensuale che non hai mai fatto e che vorresti fare?

Mi piacerebbe avere il potere di fare innamorare con un bacio. Sarebbe tutto molto più facile!

Quali sono i MUST che un uomo deve avere sotto le lenzuola?

Un uomo non deve far altro che essere se stesso, senza pensarci troppo… se l’empatia c’è verrà fuori! Credo fermamente nel fatto che ci si guidi a vicenda, non servono regole! L’unico must è nel “dopo“: le coccole sono importarti.


Foto di: Emanuele Passarelli www.emanuelepassarelli.com



Emanuele Passarelli - Fotografo

Emanuele Passarelli was born in Rome, 1993. At 21 years old he came close to photography; first, starting his path as beginner. Then, he meets many photographers, even thanks of this correspondence he can start to develop the style that today works as a mark of his singularity in the world of photography. Doing better, making his name growing circles by circles, his works came published on some popular magazines like Dark Beauty, than appears on the FOTO Cult Magazine and on D – la Repubblica where he offered a interview. Looking his personal and conceptual works; every photo tries to catch his deep feeling, sometimes carrying the audience through a cinematic journey in the urban background, where some of his usual, favorite subjects turn into life at night. Theater’s actors gave him the job and pleasure to cure and define their image, like other artists done counting on his work, as the “Les Mustaches” company.

Clicca per commentare

Altro in #6Questions