ARTECULTURA

Al Museo del Sesso tra Sex Toys e dipinti “Hardcore”

Al Mosex di New York, tra atti osceni e sesso di gruppo.

È dal 2002 che tra i sontuosi palazzi della Fifth Avenue di New York ogni giorno apre le porte un museo molto particolare. Si chiama Mosex ed è il più famoso Museo del Sesso americano. La Collezione di oltre 15.000 pezzi, affiancata dalle mostre temporanee, affronta argomenti che nel continente a stelle e strisce sono considerati ancora tabù. Al museo si accede attraversando uno store all’interno del quale sono in vendita gadget, sex toys e libri sull’argomento, poi si entra nel vivo con la mostra “Hardcore un secolo e mezzo di immagini oscene” che illustra la sessualità dell’epoca passata ben più “oscena”, appunto, di quanto si pensi. I ritratti dei bordelli di New York del 1800, un manuale illustrato del 19/mo secolo con scene di sesso di gruppo, diversi oggetti utilizzati come strumenti di piacere… insomma i puritani in un certo senso rinnegano il passato, visto che in un modo o nell’altro il sesso come trasgressione e le pratiche sessuali dominano il mondo dalla notte dei tempi! Ecco cosa c’è in calendario prossimamente: “Splendor in the Grass: Kinesthetic Camping Ground’ e ‘Sex Lives of Animals'(una mostra che spiega come ci sia un obiettivo di “piacere”, oltre che riproduttivo, anche nelle specie animali). Se vi trovate da quelle parti non dimenticate di farci un salto, e ricordate che è sempre il “sapere” a fornirci gli strumenti per vivere tutto al meglio… anche il piacere!

Previous post

Jennifer Lawrence: The Hot Games!

Next post

Sexy e spietate: le donne perfette di Bond