CURIOSITÀSCIENZA

Il gene della verginità.

Uno studio scopre una predisposizione genetica alla perdita della verginità.

Educazione, contesto, sensibilità, ormoni… come tutti sappiamo gli elementi che influenzano l’età del primo rapporto sessuale sono molteplici (compresi quelli che esulano dalla nostra volontà, come frequentemente avviene nella fase adolescenziale quando si adotta la politica “Ndo cojo cojo”… ma poi non coji).
Ma udite udite, secondo una recente ricerca l’inizio dell’attività sessuale avrebbe una componente genetica. A quanto pare una determinata composizione di geni influenzerebbe l’età in cui si “è pronti”. Lo dice uno studio pubblicato sulla rivista Nature Genetics, che attesta intorno ai 17 anni l’età media, a livello mondiale, della “prima volta”! La ricerca è stata condotta su un esame di migliaia di persone provenienti da diversi continenti, che ha portato a individuare 38 geni le cui variazioni sembrerebbero strettamente legate a quelle relative all’età d’inizio dei rapporti.

Quindi, se sei un adolescente che non sta più nei pantaloni, ops nella pelle, al desiderio di congiungersi con un’amata donzella, per non perdere tempo in inutili corteggiamenti basta richiedere un esame del Dna. Sei i geni non promettono serate piccanti, dirigetevi verso più verdi pascoli!

Ma sei geni non aiutano… datevi una spintarella.

Previous post

Welcome to California. Meravigliosa Belen.

Next post

The Lumineers. Meravigliosa Cleopatra