CURIOSITÀ

I domatori di artisti

Ecco perché certi format televisivi sono una cella per gli artisti.

La vita è uno strano circo in cui capita di assistere a ogni tipo di show: ci sono molti pagliacci e qualche domatore, contorsioniste e persino qualche mago. Ma fondamentale, per ognuna delle nostre vite come per il circo stesso, è la musica. 
Ma vediamo cosa avviene se questa meravigliosa arte viene trattata secondo le regole di quei format che molti di voi conoscono da vicino, seguono, e chissà, forse persino apprezzano: i Talent Show. Sono anni ormai che abbiamo imparato ad aspettarci dal tubo catodico decine di versioni differenti di queste competizioni: persone apparentemente comuni si mettono alla prova in qualche campo cercando di battere gli altri concorrenti e vincere un premio. Ahimè, anche in questi programmi la nostra amata Musica è stata sfruttata fin da subito per travolgere il pubblico con suoni, colori e canzoni.

Gli esempi sono troppi e non occorre nominarli tutti, anche perché la struttura è sempre la stessa: una giuria composta da personaggi famosi passa in rassegna un certo numero di cantanti per scegliere quello con maggior talento; ma cosa significa maggior talento?

Dare una risposta è quasi impossibile, ma certe osservazioni possiamo comunque farle. Intanto diciamo che in queste trasmissioni nessuno ha la pretesa di fare proprio arte; il Circo, lo sapete, è semplicemente un meraviglioso spettacolo che deve divertire e distrarre il pubblico. Ma proprio a questo proposito bisognerebbe stare attenti a non pronunciare (magari involontariamente) parole come “artista” durante il programma, perché si correrebbe solo il rischio di confondere lo spettatore….

non perdere l'articolo completo

In tutte le edicole solo su Playboy.
Previous post

Claire Muzik. Made in Vegas.

Next post

Tutti pazzi per Emily Ratajkowsky