CURIOSITÀ

Lavorare bene, lavorare duro: Il sesso tra colleghi!

Il sesso in ufficio è uno dei sogni erotici femminili. Ecco qualche spunto su dove è meglio portare a termine il vostro "lavoro"!

Mattina, nessuna voglia di alzarsi dal letto, di mettere una cravatta, di affrontare una dura giornata di lavoro. Uscite di casa, piove, il traffico è chilometrico, i mezzi pubblici strabordano, finalmente arrivate in ufficio e…lei è già lì, con le gambe accavallate solo la gonna stretta, la camicetta aderente che le tira sul seno e quegli occhialini incredibilmente sexy. Che ve ne pare come inizio giornata? Ammettetelo, vi sarà capitato, almeno una volta nella vita, di desiderare ardentemente una relazione selvaggia con una collega. Non disperate, a quanto pare il vostro desiderio è ricambiato, perché l’80% delle donne dichiara di fantasticare sui propri vicini di scrivania. Capo e stagista (per motivi opposti e altrettanto comprensibili) sono i più gettonati, quindi se rientrate in questa categoria occhi aperti, ma anche se siete normali impiegati, i flirt tra le scrivanie hanno comunque il loro fascino. La ragione di tanto interesse forse sta nella voglia di dare brio ad una noiosa quotidianità, o nel sempre presente desiderio di trasgressione, sta di fatto che anche se non sempre il sesso in ufficio è praticato è comunque quasi sempre “pensato”.

Dove e quando
La sala riunioni è senza dubbio al primo posto nelle fantasie erotiche. È lì che si prendono decisioni importanti e l’idea che qualcuno legga con serietà un documento appoggiato proprio dove la sera prima c’era il vostro fondoschiena può farvi nascere un sorriso sulle labbra. Attenzione però alle superfici di vetro…le impronte talvolta possono essere facilmente riconoscibili.
La scrivania di un collega è un altro luogo interessante. Immaginate, il giorno dopo, gli sguardi complici  tra voi e la vostra trasgressiva amante, mentre l’ignaro sfortunato vi parla seduto proprio lì, dove ieri…se quel tavolo potesse parlare. Non dimenticate, a performance finita, di rimettere tutto al proprio posto. Se il vostro collega dovesse avere dei sospetti sareste costretti a cambiare scena del crimine.
Anche i bagni costituiscono una meta molto ambita per fughe amorose. Certo dovete essere in un ufficio molto grande e accertarvi che al piano non ci sia più nessuno. In caso contrario potrebbe comunque essere il luogo dove scambiarsi fugaci baci e carezze in attesa di scendere nel parcheggio. Il parcheggio, ecco che ritorna l’intramontabile sveltina in auto! Se vi piace stare comodi questo resta sempre il posto migliore e il suo fascino trasgressivo vi riporta i lontani tempi in cui non avevate una casa vostra dove portare le ragazze. In più, se  la zona diventa troppo trafficata, potete sempre decidere di mettere in modo e spostarvi altrove.

Se proprio la sorte vi è avversa e le vostre colleghe sono tutte troppo dedite al lavoro, uscite a sfogare le vostre fantasie in palestra, e se proprio non riuscite a rinunciare a dare brio alle noiose giornate, collegatevi a Playboy.it, oppure, nei casi più drastici…cambiate lavoro!

Previous post

Skype: soddisfatti e rimborsati

Next post

Bellucci: dall'Umbria con amore ecco la nuova Bond Girl!