Connettiti con noi

A poche ore dall’inizio dei mondiali, la nazionale italiana vive il suo momento di gloria. Se il numero degli appassionati cresce di giorno in giorno bisogna ringraziare i protagonisti di questo meraviglioso sport, uomini-guerrieri che incarnano una filosofia sempre più rara a trovarsi. “Anni fa il rugbista era l’uomo rude, sempre nel fango. Ma oggi la percezione è cambiata…” ci dice Mauro Bergamasco, campione indiscusso della nazionale. Noi di Playboy lo abbiamo intervistato e quello che ci ha più stupiti è stato scoprire che dietro uno sport da “macio” sia radicata una filosofia che va ben oltre la preparazione atletica. Molta tecnica certo, ma anche un rigoroso rispetto delle regole. “Una breve infrazione può provocare infortuni molto seri” sottolinea Mauro e a quanto pare le regole, il rispetto delle istituzioni e, soprattutto, il rispetto per il prossimo entrano a far parte della quotidianità dei giocatori. Sacrificio, fatica, ma anche divertimento e tantissima passione, per questo il rugby “ti si radica dentro e diventa una parte inscindibile della tua vita”. Bergamasco ci ha parlato anche di donne, famiglia, sesso, gioco di squadra, insomma, di tutto quello che fa un rugbista un atleta e un uomo modello, nel gioco e nella vita!

non perdere l'intervista completa

In tutte le edicole solo su Playboy.

Clicca per commentare

Altro in SPORT