CURIOSITÀSPORT

MotoGP: chi fa il biscotto guida un cavallo

Ecco le origini dell'espressione "fare il biscotto".

Dopo Sepang e Valencia, le polemiche sulla MotoGP continuano implacabili, tra i fan delusi e i piloti sul piede di guerra la situazione è piuttosto tesa. Nell’ultima gara del mondiale il trio degli spagnoli in testa sembrerebbe, ma sono voci, aver aiutato Lorenzo a tagliare il traguardo per primo, e il commento di Valentino Rossi è stato inevitabile “Hanno fatto il biscotto”. Ma cosa vuol dire? Ne abbiamo sentito parlare nel calcio con riferimento a un accordo tra due squadre a proprio vantaggio e a scapito di una terza squadra. In realtà quest’espressione deriva dal mondo dell’ippica. Infatti per truccare le corse venivano somministrate ai cavalli  sostanze proibite sciolte nel cibo. In poche parole gli facevano mangiare una sorta di galletta, biscotto appunto, impastato con queste sostanze. Del resto nella MotoGP come nell’ippica si è in un certo senso sempre a cavallo, peccato però che in questo caso il biscotto lo abbiano mangiato i fantini!

Free training session

Previous post

Una brutta giornata (il pessimismo) - Parte prima

Next post

Una brutta giornata (l'ottimismo) - Parte Seconda