GIRLSSOCIETÀ

Valentina Nappi. C’era una volta il porno.

Intervista a Valentina Nappi, la pornodiva italiana più famosa del mondo lanciata da Rocco Siffredi

“Sono stata quindici volte con dei fan e per quindici volte sono andata in bianco perché il ragazzo non riusciva a raggiungere l’erezione. Erano nervosi. Questo è uno degli svantaggi del fare la pornostar”. 

A 21 anni ha lasciato casa e famiglia a Pompei per seguire Rocco Siffredi e dedicarsi (corpo, ma anche anima) al cinema porno. Oggi, che di anni ne ha 25, Valentina Nappi è la pornostar italiana più famosa, con oltre sessanta scene hard alle spalle e un fidanzato di nome Giovanni che non è geloso perché loro due sono, spiega lui, «una coppia aperta indipendentemente dal suo lavoro, che non vuole negarsi delle esperienze e che fa quello che l’80% delle persone fa di nascosto tradendo il proprio partner».

Soprattutto Valentina è un personaggio che parla e fa parlare: provocante, ovviamente, ma pure provocatoria e provocata. Che non le manda a dire e, per questo, a qualcuno piace e ad altri proprio no. Di certo è la guida perfetta per curiosare in un mondo (pare) in crisi di soldi ma non certo di curiosità…

PLAYBOY: Tu perché hai deciso di fare questo lavoro?

NAPPI: Semplicemente per esplorare la mia sessualità. Per fare cose che, ahimè, è difficilissimo fare in casa. Non sono poche quelle che iniziano anche per questo motivo, ma non è raro che poi si “pentano”.

PLAYBOY: Perché si pentono?…

non perdere l'intervista completa

In tutte le edicole solo con Playboy.
Previous post

Abigail Ratchford. Esagerata.

Next post

Sara Sampaio. Love Me More