BERE

AMERIGO

Un drink raffinato, dolce a primo impatto, ma di gusto sapido e fresco

Nato per celebrare i sessant’anni di Harry’s Bar a Firenze, Amerigo è un drink elegante e raffinato. È adatto a tutte le ore della giornata e, al primo impatto, risulta apparentemente dolce. Diventa poi più sapido, grazie ai sapori di salvia e di rosa, fresco con l’ananas e molto profumato con i sentori del vino bianco.


cock-libro copy

INGREDIENTI

• 3,0cl vodka
• 1,0cl vino bianco secco
• 2,0cl succo ananas
• 0,5cl lime spremuto
• 0,5cl sciroppo di granatina
• 15gr basilico
• Foglie di salvia fresca come decorazione
• Una crusta di zucchero e granatina
• Servire in coppa da cocktail

100 COCKTAIL LIGHT E CONTEMPORANEI

di Claudio Burdi, Gribaudo Editore. È una guida che permette di realizzare facilmente long drink e cocktail light, ovvero leggeri perchè a basso contenuto alcolico e quindi di calorie. L’ideale per chi, come l’autore, non vuole rinunciare al piacere di assaporare un ottimo drink ma anche un must per chi vuole seguire le tendenze più attuali. “100 Cocktail light e contemporanei” regala un’incredibile scoperta per chi è a dieta e deve spesso rinunciare ad un aperitivo tra amici. Perché nelle giuste dosi, un buon cocktail può anche avere un apporto calorico inferiore o pari ad una qualunque bibita analcolica. Cento spettacolari cocktail light adatti ad ogni gusto, alcuni più maschili, altri più apprezzati dal gentil sesso; con ingredienti particolari o con prodotti che si trovano in ogni dispensa o frigorifero; speziati o dolci; classici internazionali o assolutamente nuovi; rinfrescanti o più adatti alle stagioni fredde. Tante proposte diverse per spettacolari cocktail light adatti ad ogni occasione. “100 Cocktail light e contemporanei” è una guida che si propone di essere un utile strumento per neofiti con la voglia di cimentarsi nel proporre drink un po’ più salutari, ma dall’indiscutibile godibilità nel gusto.

THOMAS MARTINI

Classe 1981, Thomas Martini non solo lavora dall’età di 14 anni, ma è figlio di un barman e una madre maitre. A Firenze da circa un anno, ha trascorso molto tempo in Toscana e in tutta Italia, facendo esperienza e imparando il mestiere in luoghi come il Cristallo di Cortina, gli hotel de la Minerve e de Russie di Roma, il Principe di Piemonte di Viareggio, in ristoranti stellati e club esclusivi. “All’Harry’s Bar” – racconta lo stesso Martini – “In 60 anni, una cosa che mi rende orgoglioso e onorato, in quanto questo locale è un punto di riferimento per la città e per la clientela internazionale, un vero regno del classico e l’incarnazione dell’american bar d’altri tempi. Tanto che mi sono persino trovato, con mio grande piacere, a preparare un Martini a 007 in persona!”

Previous post

INTRAMONTABILI U2

Next post

BUDAPEST, LUCI E DIVERTIMENTO NELLA PARIGI DELL’EST