VIAGGI

PRAGA DELLE MERAVIGLIE

Patrimonio dell'Umanità dell'Unesco, la capitale ceca è un fiorire di guglie, campanili, ponti, torri e pinnacoli che le conferiscono suggestioni che la proiettano senza ombra di dubbio fra le città più magiche del Vecchio Continente. Un museo a cielo aperto tutto da scoprire e sfogliare, proprio come un grande libro dell'arte e dell'architettura che parte dal Medioevo e arriva, con opere realizzate di recente anche da grandi archistar contemporanei, fino ai giorni nostri

Questo è uno dei periodi più belli per andare alla scoperta di Praga, amatissima soprattutto per le sue romantiche suggestioni e città davvero dai mille volti. D’autunno, infatti, le atmosfere di per sé un po’ malinconiche della capitale ceca si accentuano, se possibile, ancora di più con i colori tipici di questa stagione e la nebbiolina che non di rado al mattino presto avvolge la città e, diradandosi, lentamente, offre squarci di surreale bellezza che la fanno assomigliare quasi, e senza esagerare, a un quadro impressionista. Praga è una città ricca di storia, la città delle mille guglie e campanili, scrigno d’arte e luoghi tutti da scoprire, da quelli più noti, che l’hanno resa celebre in tutto il mondo, a quelli più nascosti e segreti, ma di eguale fascino e bellezza.

praha_-_prazske_mosty_pres_vltavu_3661x2759

MAGIE SENZA TEMPO

Ovviamente, la Praga più classica e fotografata non può essere tralasciata da chi visita per la prima volta la capitale boema. Passeggiare sul Ponte Carlo, il più antico ponte della città, voluto nel 1357 da Carlo IV, specie al mattino presto o al tramonto, è una delle esperienze più suggestive e romantiche che si possano fare. Una passeggiata sul luogo più noto della città merita da solo una visita a Praga, sotto lo sguardo dei tanti guardiani di pietra che ne punteggiano il percorso e attorniato da architetture, pinnacoli e campanili, da una parte e dall’altra del fiume Moldava, di grande impatto e suggestione. Da qui si raggiungono facilmente l’Isola di Kampa, con le sue atmosfere fuori dal tempo, l’imponente Castello di Praga con l’annessa Cattedrale di San Vito e il Vicolo d’oro, con le sue caratteristiche casette colorate, in una delle quali visse per un breve periodo anche Franz Kafka (al civico 22), per secoli laboratori di maestri orafi e alchimisti.

praha_-_hradcany_579800

Praga è stata, infatti, a lungo centro nevralgico per le arti magiche, teatro di antiche storie e misteri che hanno alimentato nel tempo suggestive leggende e anche indimenticabili romanzi. Altre meraviglie imperdibili sono la Via Karlova, brulicante di negozietti, caffetterie e musica, di strada o proveniente da tanti piccoli teatri o sale di musica che vi si affacciano, che conduce al cuore della Città Vecchia (Staré Město). Staroměstské náměstí (Piazza della Città Vecchia) è un vero incanto, bordata da antichi multicolori palazzi su cui dominano le imponenti sagome della gotica chiesa di Santa Maria di Týn e del Municipio, col suo celeberrimo orologio medievale astronomico, “custode” di un complesso meccanismo che, allo scoccare di ogni ora, mette in movimento splendide sculture rappresentanti i dodici apostoli. Merita una visita anche la Casa Municipale (Obecní dům), massimo esempio di Art nouveau praghese (qui chiamata Secessione), un magnifico fiorire di forme, vetrate, decorazioni dalle delicate ed armoniche combinazioni. Da non perdere! Come pure il Quartiere ebraico e il Clementinum, con la sua magnifica biblioteca barocca e la torre astronomica, da cui si gode una delle più spettacolari viste sui tetti di Praga, il cui profilo è disegnato da un numero incredibile di torri, pinnacoli e campanili.

UN MUSEO D’ARCHITETTURA A CIELO APERTO

Tra i tanti volti di Praga e i mille possibili fil rouge da seguire nel visitarla, uno, di grande suggestione, che si può tenere come bussola, forse meno noto rispetto ad altri, è quello dell’architettura moderna e contemporanea. Un itinerario un po’ inedito, fuori dalle rotte più turistiche e affollate, ma non per questo meno affascinante e denso di emozioni e sorprese. Adatto a chi ha uno spirito un po’ più esploratore e magari ha anche qualche giorno in più da dedicare alla visita della città.

praha_-_tancici_dum 3456x3837

La capitale ceca, il cui splendido centro storico è Patrimonio dell’Umanità dell’Unesco, rappresenta, infatti, un autentico museo d’architettura a cielo aperto in grado, come poche altre città al mondo, di offrire un excursus storico-architettonico che dal Medioevo arriva ai giorni nostri, passando dal Barocco al Liberty, dal Cubismo al Funzionalismo. Particolarmente interessante è l’itinerario fra i capolavori architettonici di cui si è saputa mirabilmente arricchire nell’ultimo secolo. Prima tappa, la Casa della Madonna Nera (Ovocný trh 19), a pochi passi dalla medievale Piazza della Città Vecchia. Progettata da Josef Gočár e ultimata nel 1912, è il primo esempio di architettura cubista della città, sede del Museo del Cubismo Ceco e del suggestivo caffè Kavárna Obecní dům, in perfetto stile liberty. Altro edificio da non perdere è il Palazzo Lucerna (Štěpánská 61), di Jan Kotera, uno dei più noti architetti cechi di inizio ‘900: la suggestiva galleria che lo attraversa conduce al più bel cinema liberty della capitale. L’excursus sul patrimonio architettonico praghese continua con Villa Bìlek (Mickiewiczova 1), progettata nel 1910 da Frantisek Bìlek, Villa Libušina (Libušina 3), ideata sotto forme cubiste nel 1912 da Josef Chochol. e Villa Müller (Nad Hradním vodojemem 14). Capolavoro funzionalista di Adolf Loos, pioniere dell’architettura moderna europea, venne ultimata nel 1930. Imperdibili per gli amanti dell’architettura moderna e contemporanea, il Veletržní Palác, sede funzionalista del Museo d’Arte moderna e contemporanea (Dukelských hrdinů 47), la Casa danzante, progettata da Frank Gehry e Vlado Milunc, che ospita all’ultimo piano il panoramico ristorante francese Céleste, e lo Zlatý Anděl, detto “Golden Angel”, di Jean Nouvel. Infine, la Biblioteca Nazionale della Tecnologia, pluripremiato green building inaugurato nel 2009, e la post moderna Torre televisiva di Žižkov, dove sono stati ricavati un hotel extra lusso e un ristorante dal quale si gode una delle più straordinarie viste su Praga.

A proposito di panorami mozzafiato, dal lato opposto della città vale la pensa salire al Letenské Sady, un parco molto amato dai praghesi e pieno di attrattive fra deliziosi padiglioni liberty, come l’Hanau Pavillion, caffè panoramici e tanto verde. Una chicca, invece, fra i tantissimi musei cittadini, è il Museo Mucha, dedicato ad Alphonse Mucha, uno dei massimi esponenti dell’Art Nouveau europea: una vera bomboniera, come lo è d’altronde tutta la splendida, magica Praga.

2

UNA TAVOLA TUTTA DA SCOPRIRE

La cucina ceca è capace di offrire non poche sorprese. Buonissime le zuppe, nelle quali si trova non di rado anche selvaggina, come la minestra di fagiano, per esempio. Particolarissima è la speziata zuppa di aneto e assolutamente da provare sono la Drštková polévka, zuppa di carne e verdure, o il Gulash, servito con gnocchi di pane ripieni, che qui si chiamano Knedlik e sono accompagnati solitamente a piatti unici a base di arrosti, spezzatini, stufati, selvaggina. O ancora, la tipica anatra (kachna), il filetto di manzo con verdure e gnocchi (Svícková na smetane) o l’oca arrosto (Pečená hodová husa, in foto) farcita di mele e servita con crauti. Piatti succulenti, accompagnati magari, a fine pasto (provate, fra i dolci, la torta di Karlovy Vary, una specie di millefoglie ottenuta sovrapponendo strati di wafer farciti di crema e ricoperti da una glassa di cioccolato), da Slivovice (grappa di prugne) o Becherovka (liquore a base di erbe). Senza dimenticare ovviamente la birra locale, apprezzata in tutto il mondo, come l’ottima Pilsner o la Budweiser.

I RISTORANTI

Alcron
Štěpánská 40
+42 222 82.04.10
www.alcron.cz
Kampa Park
Na Kampě 8b
+42 296 82.61.12
www.kampagroup.com
U Fleků
Křemencova 11
+42 224 93.40.19
www.ufleku.cz

GLI ALBERGHI

Hotel Praga 1885
Plzeňská 29
+42 257 22.42.47
www.hotelpraga1885.cz
Josef Hotel
Rybná 20
+42 221 70.01.11
www.hoteljosef.com
Hotel Paris
U Obecního domu 1
+42 222 19.51.95
www.hotel-paris.cz

praha_-_palacky_most_-_labute_2350x1771

I Mercatini di Natale. Dal 29 novembre all’1 gennaio la Piazza della Città Vecchia diventa un brulicare di colori, luci, oggetti d’artigianato e decorazioni natalizie che rendono Praga ancora più magica.

Praga è una città ricca di storia, la città delle mille guglie e campanili, scrigno d’arte e luoghi tutti da scoprire, da quelli più noti e romantici, che l’hanno resa celebre in tutto il mondo, a quelli più nascosti e segreti, ma di eguale fascino e bellezza.

Praga, per secoli centro nevralgico delle arti magiche, teatro di antiche storie e misteri che hanno alimentato nel tempo suggestive leggende e anche indimenticabili romanzi, è pervasa da atmosfere di grandissima suggestione. Fra i luoghi da non perdere, il Vicolo d’oro, noto come la strada degli orafi e degli alchimisti, la Via Karlova, brulicante di negozietti e caffetterie, e la Piazza della Città Vecchia, bordata dalla gotica chiesa di Santa Maria di Týn e dal Municipio, col suo celeberrimo orologio medievale astronomico.

La capitale ceca, il cui splendido centro storico è Patrimonio dell’Umanità dell’Unesco, rappresenta un autentico museo d’architettura a cielo aperto in grado, come poche altre città al mondo, di offrire un excursus storico-architettonico che dal Medioevo arriva ai giorni nostri, passando dal Barocco al Liberty, dal Cubismo al Funzionalismo.

Uno dei gioielli architettonici di Praga è la Casa Municipale (Obecní dům), massimo esempio di Art nouveau praghese (qui chiamata Secessione), un magnifico fiorire di forme, vetrate, decorazioni dalle delicate ed armoniche combinazioni. Da non perdere!

UFFICIO INFORMAZIONI TURISTICHE

Ufficio del Turismo Arbesovo nám. 70/4

+42 221 71.47.14
www.prague.eu
www.turismoceco.it
www.czechtourism.com

Previous post

TUTTI PAZZI PER IL RUNNING

Next post

USAIN BOLT